INTERCOURSE

EPISODIO 4 - PRELIMINARI

RICETTA 

MOUSSE DI CROSTACEI

Ingredienti:

Mazzancolle: 2
Ricotta: 150gr
Pepe nero: q.b.
Rum: 1 cucchiaio
Parmigiano Reggiano: 15 gr + 40 gr
Anice stellato: 1
Fiori Eduli: 1
Salicornia: 50 gr circa
Passata di pomodoro: 300 gr

PER LA MOUSSE:

Mazzancolle

Le mazzancolle vanno lavate bene sotto l’acqua corrente, pulite eliminando con delicatezza il budellino nero. Risciacquare bene e tagliatele grossolanamente. Cuocerle per massimo 2 minuti a fuoco vivace con un pizzico di sale e pepe nero, versare il rum per far fiammeggiare e attendete che la fiamma si spenga. Altrimenti potete semplicemente sfumare sempre con del rum.

Ricotta

In questo caso ho usato della ricotta vaccina. Per ottenere una mousse non liquida vi consiglio di scolare bene la ricotta prima di setacciarla. Basta utilizzare un panno per avvolgere la ricotta e dargli una bella “strizzata” o metterla in un colino schiacciando la ricotta con un mestolo. Aggiungete le mazzancolle, 15gr di reggiano grattugiato, aggiustate di sale e mettete in frigo la mousse.



Salicornia

In molti la chiamano asparago di mare. Si trova nelle pescherie. Lavatela bene sotto l’acqua.
Ripassatela velocemente in una padella molto calda con un po’ di olio, ma non salatela perché la pianta è sapida!

Salsa di pomodoro

In una padella con dell’olio fate rosolare bene a fuoco basso l’anice stellato, aggiungete la passata di pomodoro con un po’ di sale e fatela cuocere lentamente per 20 minuti.

Croccante di parmigiano

Grattugiate un po’ di Parmigiano Reggiano circa 40 gr Usate sempre una padella antiaderente. La cialda si forma in pochi secondi, il formaggio si scioglie e diventa una specie di “crepe” morbida. A questo punto togliere la padella dal fuoco e aspettare 1 minuto e poi toglietelo dalla padella il croccante, appoggiando su una teglia forata finchè non si raffredda.

Ho messo gli ingredienti in ordine di comparsa del video per facilitare la ricetta.

VARIANTI

Questa ricetta è stata fatta basandosi su tante piccole preparazioni per arrivare ad completare la ricetta. Quello che viene chiamata la mise en place degli ingredienti ovvero i preliminari. Senza una buona mise en place in cucina è molto difficile raggiungere un ottimo risultato. Per impiattare giocate con le forme e con i colori e soprattutto divertitevi!

I PRELIMINARI

Se la penetrazione di fatto è un'azione, i preliminari, intesi come tutta la premessa all'atto sessuale, sono “creazione” e pertanto più sono ricchi di fantasia, gioco, consapevolezza, tanto più rendono l'atto unico e speciale. La costruzione del “ponte dell'eccitazione” con il partner dovrebbe passare attraverso il coinvolgimento di tutti e 5 i sensi, in quanto, tanto più il “setting” in cui si vive l'atto sessuale contiene e gioca con i nostri sensi, tanto più l'esperienza erotica sarà vitale, energetica, passionale e, soprattutto, mai statica e noiosa.
I preliminari rappresentano, quindi, nella sessualità, tutto ciò che conduce alla “cena”. Sono la premessa che già tanto dice e racconta del pasto che si andrà a consumare.

Non sono strettamente legati soltanto al petting pre-coito, ma ampliando l'ottica sono fatti di tutti quei gesti, della cura e attenzione che si pone all'incontro con il prorpio “ospite”. Il come, il quando, il dove, diventano le variabili che indicano l'esperienza sensuale che si desidera fare. I preliminari sono una dedica capace di rendere il sesso un'esperienza emozionante ed intensa, oltre che semplicemente piecevole.
Questo non significa che un incontro “veloce” non possa essere appagante o molto erotico, ma che, semplicemente, così come una bella tavola, una bella atmosfera, un cibo cucinato con cura, sono elementi importanti per godersi una cena, altrettanto, i preliminari sono gli ingredienti di base che scegliamo per il nostro incontro, lo sguardo con il quale approcciamo all'altro, fatto di seduzione, complicità, cognizione di sé.
I preliminari sono un arricchimento che fa pensare alla sessualità come ad un processo attivo, in cui l'autostima sessuale è il frutto dell'incontro tra corpo, emozioni e conoscenza.



Gli ingredienti migliori per creare una ricetta dai preliminari perfetti sono:

L'intenzione: è il pensiero che poniamo sull'incontro. Quello che attiva desiderio ed eccitazione e che crea quel filo magico di seduzione per arrivare all'altro.
L'esplorazione: le potenzialità del piacere sono infinite, solo esplorando e ri-disegnando ogni volta la propria mappa erotica, si può aumentare e migliorare la qualità sessuale.
L'attenzione: è lo sguardo che poniamo sull'altro, la cura che pretendiamo per noi. E' la disponibilità alla conoscenza reciproca del corpo ma anche delle sue reazioni mutevoli e differenti.
Il tempo: ovvero il contenitore in cui concedersi lo spazio per ascoltarsi e per ascoltare, la strada migliore per creare un'intesa speciale.
La curiosità:
ampliare schemi e confini per trovare nuovi approdi al piacere e alla conoscenza.
La fantasia: il cervello è l'organo che più di tutti va accarezzato e stimolato e per farlo al meglio è importante lasciare andare in libertà pensieri e parole.
Il massaggio erotico:
per riscaldare l'atmosfera, per imparare a rilassare prima di eccitare, e per ricordarsi che tutto il corpo è un organo sessuale.